giovedì 21 febbraio 2013

PERCHE' DOPO QUESTO VOGLIO TENTARE ANCORA LA FORTUNA

Da martedì che ho fatto l'ecografia ho una certezza. Non avro' se Dio vorrà solo 2 figli, ne voglio almeno un altro (o altri due? boh!) perché voglio sfidare il destino e cercare una femminuccia. Niente contro i maschietti, per carità, ma per poter dire di essere mamma nel pieno senso del termine per me vorrei una bambina. Nella mia testa non ho mai nemmeno pensato di diventare mamma di un maschietto, quando è arrivato il primo è stato uno schok, quando ho scoperto del secondo pure. Da piccola non ho mai avuto un bambolotto maschio, se me lo regalavano o non lo usavo o lo davo in beneficienza proprio perché nella mia testa non esisteva nemmeno il concetto. Quando mi pensavo mamma pensavo e sottointendevo mamma di una bambina, guardavo con orrore e compassione le povere donne che avevano uno o piu' figli maschi. E come si suol dire, siccome quello che non si vuole cresce nell'orto, eccomi qua! Mamma di quasi 2 maschi.
E per l'amor del Dio non si pensi che non li ami, che non darei la vita per il mio grande e per il ranocchio che ho in pancia. Non è quello. So che devo essere grata di tutto e che per alcune già è un problema averne uno di figli per cui non dovrei sottilizzare sul genere. Non è questo il punto. Non voglio fare moralismo o non voglio fare l'ipocrita. E' nella natura umana desiderare quello che non si ha e quando si raggionge un obiettivo desiderarne 100 altri. Non posso impedirmi di desiderare un bambina. Poi boh rimarro' delusa, chi lo sa?
Adoro Lorenzo. Amero' senza fine anche Niccolo'. Ma loro sono diversi da me. Lorenzo mi ama, è coccoloso, è simpatico, è ingenuo, ha il candore che hanno i bimbi maschi, rispetto alle femmine che sono piu' furbe o pittime, ma è programmato diverso da me, vuole fare giochi diversi. Ho difficoltà a condividere il mio bagaglio di vita con lui. Non posso riversare il mio essere stata bambina nel nostro rapporto. Mi sono goduta le mie cuginette quando erano piccole anche se ero una bimba anche io, Loro 2 anni io 14. Me le tenevo a giornate tutte e due. Ero abbastanza scoglionata da  farle saltare sul letto e portarle in motorino nel parcheggio vicino ai garage, ma le truccavo, le vestivo coi miei vestiti, le facevo sfilare... Giocavamo a mamme... Questo so fare. Io so giocare a Barbie, dare lo smalto, pettinare i capelli, scegliere vestiti leziosi. A me, con tutto l'amore che posso, non me ne frega un'emerita mazza di giocare a macchinine. non mi riesce, non mi interessa e non lo voglio fare. Non voglio giocare ai pirati, non voglio giocare con le cose da maschio. Mi piace disegnare e a mio figlio non piace e poi lui fa tutto rosso, arancio e giallo. A me piace il rosa, il viola e il verde acqua. Io voglio disegnare fatine, principesse e fiori perché quello so fare, io i dinosauti e le macchine non li so fare, non mi interessano e non li voglio fare.
Mio figlio non sarà una adolescente, non sapro' cosa gli passa per la testa, quello che passava a me. Non avrà il ciclo e non dovro' spiegarglielo. Non avrà il seno. Non sarà madre. Nella sua vita nessuna delle esperienze che mi hanno reso quello che sono saranno anche sue. E' un dato di fatto. E io voglio vivere questo con una figlia. Voglio insegnarle ad essere una persona, a farsi rispettare, ad essere una donna. Provero' a fare del mio meglio coi bambini, ma non posso garantire, io non lo so come si cresce un uomo.
Ho anche sfortuna perché mio marito non è uno che gioca molto fisicamente e a me è toccato pensare al gioco oltre al resto, speriamo col secondo... Ora un po' con Lorenzo giocano e sono piu' libera, ma ha 6 anni. Sono 6 anni che mi scapicollo e faccio cose che detesto, con amore eh... A me disturba l'agitazione che hanno i maschietti, il bisogno di fisicità. A me piace la calma, lo spiegare, il parlare, il leggere libri... Magari Niccolo' sarà piu' simile a me e avro' soddisfazione in tante cose, con Lorenzo è stato difficilissimo: la sua agitazione contiua, il fatto che non stava mai fermo, mai per piu' di 5 minuti su una cosa, mai senza fare danni, 4 anni guardato a vista perché non si mettesse in pericolo o mi mettesse in pericolo... E' stato sfiancante. tutte le idee per tenerlo occupato o impegnato... Adesso che ha 6 anni è uno spasso perché è ricettivo, ascolta, è ansioso di imparare e mi coinvolge, voglio sperare che sia il raccolto di 6 anni di stress.
Volevamo cambiare i mobili del salotto che Lorenzo ci ha distrutto (smussato, solcato, dipinto, devastato, sformato) ma rinunciamo, se fosse stata una femmina avremmo fatto i mobili nuovi, magari sbagliando eh, poteva essere una teppista: io sono atterrita, terrorizzata di passare un'altra volta da quello che ho passato con Lorenzo. I primi 4 anni non ci siamo mai nemmeno azzardati a uscire a cena perché era impensabile, impossibile, frustrante, faticoso... Era come portare fuori Tazmania dei Looney Toons. Un pazzo, un infoiato, un maleducato da vergognarsi, una cosa ingestibile che invece che piacere portava rabbia e frustrazione in tutti e due, me e mio marito. E non è che non abbiamo cercato in tutti imodi leciti e illeciti di farci capire, di sculaccioni ne ha presi, ma per lui era aria, non glien'è mai fregato nulla. Adesso in un anno si contano sulle dita della mano le volte che l'ho rimproverato. Basta un nulla e si sente offeso nell'orgoglio, per cui si comporta sempre bene compatibilmente coi suoi 6 anni. E un bambino buono e bravo: certo perché adesso, da 2 anni a questa parte è l'esatto opposto, è piu' bravo educato e obbediente degli altri che vedo e consoco, è adorabile ed è un piacere stare con lui, ma ragazzi 4 anni soso stati lunghi e difficili. Spero che questo secondo sia un po' piu' calmo. Lo desidero con tutto il cuore, che sia meno forte, meno agitato, meno irruento, che non mi rompa il naso a testate che non debba avere paura a giocarci... I bimbi non sono tutti così, lo vedo. Come vedo che ora lui è meglio di altri, vedevo anche la vita di merda che facevo prima. Sono oggettiva. non tutti i bimbi sono uguali e questa per ora è la mia consolazione. Spero che l'agitazione di Niccolo' sia di tipo intellettuale, che riversi nell'imparare, che sia curioso come lo ero io da piccola. Senno'.... E senno' vorrà dire che lo lascero' al babbo e che se la veda lui, mentre io mi spupazzo Lorenzo, che mi sono cresciuta quasi da sola mentre lui la sera aveva il lavoro in pizzeria e non poteva esserci suo malgrado.
Scusate lo sfogo ma sono 2 giorni che ho il cervello in fibrillazione e sono nel panico.

6 commenti:

Patalice ha detto...

...io non sono mamma (magari!) ma credo che una preferenza di sesso sia più che legittima...

Artemisia ha detto...

Io desideravo un maschio e ho due femmine: una troppo femmina e un maschiaccio terribile. Io volevo un maschio da educare... chi lo sa fra qualche anno ci riprovo...

Mondo_di_Alice ha detto...

Al cuore non si comanda in effetti, è dura. Ma si... Provaci!

Ely75 ha detto...

Il tuo discorso non fà una piega ;-) ci sta tutto quello che hai detto !

idril ha detto...

Capisco pertettamente cosa vuoi dire...

Carrie ha detto...

io preferisco una femmina,certo,adesso come adesso,l'ansia che arrivi è talmente grande che BASTA CHE ARRIVI STO BENEDETTO POSITIVO:-)però non voglio una femmina come tanti,SUPERFICIALMENTE,pensano..per i fiocchetti e i vestitini..ma perchè come hai detto tu voglio una persona a cui davvero mettere a disposizione le mie esperienze,il mio vissuto..e con un maschio non potrà esserlo allo stesso modo...voglio una bambina a cui insegnare ad essere donna,che capirò perchè CI SONO PASSATA,quando avrà il ciclo,o si vedrà troppo magra,troppo grassa,troppo liscia..quando si chiederà cosa faccio,lavoro o famiglia...auguri cmq per questo nuovo bimbo e ...speriamo che la terza sia femmina!!(degli amici dei miei,che volevano disperatamente la femmina,hanno fatto il primo-mio coetaneo-maschio,via il secondo,MASCHIO,il terzo,PISELISSIMO..non si sono arresi..la 4 è una patatA!)